• Galápagos
  • (1953)

Nel 1953 Thor Heyerdahl organizzò e guidò una spedizione archeologica nelle isole Galápagos.

Con Heyerdahl viaggiavano i due archeologi norvegesi Erik K. Reed e Arne Skjølsvold. Furono i primi studi archeologici sulle isole.

Heyerdahl e i suoi colleghi sostenevano che persone provenienti dal Sud America fossero, nel corso dei secoli, arrivati alle isole Galápagos – anche prima che Cristoforo Colombo raggiungesse l’America.

Il ritrovamento da parte degli archeologi di un flauto inca e di frammenti di oltre 130 ceramiche (che furono successivamente identificate come pre-inca) andò a confermare proprio questa teoria.

La squadra di ricerca concluse anche che non vi era mai stato un insediamento permanente sulle isole Galápagos, in base al fatto che l’acqua sulle isole era potabile solo durante la stagione delle piogge

Dopo il viaggio alle Galápagos, la squadra di Heyerdahl condusse alcuni esperimenti con lo strumento di navigazione inca guara. Gli esperimenti dimostrarono che le antiche imbarcazioni sud americane avrebbero potuto cambiare rotta e navigare controvento. Per Heyerdahl questa fu una conferma del fatto che sarebbe stato possibile, per le popolazioni precolombiane in Sud America, navigare lontano nel Pacifico – e poi tornare a casa.

Poster del film Galápagos (1955), uscito due anni dopo la spedizione

Nel 1955 Thor Heyerdahl, insieme allo zoologo e produttore cinematografico Per Høst, realizzò un documentario sulla spedizione nelle Galápagos. Le musiche del film furono composte da Sune Waldimir.

Heyerdahl’s Expeditions