• Le Maldive
  • (1983-1984)

In un giorno d’autunno del 1982 Thor Heyerdahl ricevette una lettera. La busta conteneva una fotografia di una statua di pietra, fino ad allora sconosciuta, nell’arcipelago delle Maldive nell’Oceano Indiano. Questo lo ispirò ad avviare una spedizione archeologica, per scoprirne di più su chi aveva realizzato la statua nella fotografia.

Caption

Nessun archeologo era stato alle Maldive dopo il 1922. Heyerdahl condusse due scavi archeologici lì, uno nel 1983 e uno l’anno successivo. Faceva parte della spedizione il suo vecchio amico e archeologo Arne Skjølsvold. Inoltre, si unirono alla squadra due archeologi più giovani, Øystein Koch Johansen e Egil Mikkelsen. La spedizione fu per loro la prima di numerose collaborazioni con Heyerdahl.

Su quasi ogni isola su cui Heyerdahl e gli archeologi sbarcarono, trovarono grandi cumuli al centro delle isole. Questo sembrava dimostrare che i cumuli contenessero piccoli templi costruiti con blocchi accuratamente scavati di pietra o di corallo. Alcuni di essi erano stati costruiti già nel 550 dopo Cristo.

Nei dintorni di questi templi, Heyerdahl e gli archeologi trovarono piccole vasche in pietra con scale cerimoniali che portavano giù nelle piscine.

Inoltre, trovarono molte statue di pietra (alcune delle quali raffiguravano Buddha), piccoli stupa che erano resistiti come decorazioni sui templi e lastre di pietra con scolpiti simboli e scritte.

Alcuni stupa avevano la parte superiore arrotondata e Heyerdahl ritenne che questi fossero simboli fallici.

Questi ritrovamenti potevano significare che le Maldive erano state popolate già nel 550 dopo Cristo. Allora erano arrivati sulle isole i buddisti, probabilmente dallo Sri Lanka, e avevano costruito i templi e i bagni.

Heyerdahl ipotizzò anche che le popolazioni delle antiche civiltà della valle dell’Indo fossero alla fine arrivati anche alle Maldive, tramite l’India e lo Sri Lanka. Questa teoria incontrò resistenza da parte di altri scienziati. Heyerdahl e i suoi archeologi non trovarono reperti interessanti che avrebbero potuto confutare i critici, ma trovarono una moneta romana risalente al 90 avanti Cristo circa. Le Maldive sono anche

Le Maldive erano il centro di scambi commerciali con le conchiglie cauri, che nell’antichità venivano usate come metodo di pagamento. Conchiglie simili si trovano anche nella Norvegia del Nord, in tombe dell’età del ferro. Le Maldive sono state per secoli una tappa importante per i commercianti viaggiatori, e quindi facevano parte di una rete commerciale che copriva gran parte dell’Asia, con probabili collegamenti anche con l’Europa.

La spedizione alle Maldive suscitò un rinnovato interesse per le isole. Diversi scavi archeologici (fra cui quello di Egil Mikkelsen) furono effettuati lì, sulla scia di quello di Heyerdahl.

Heyerdahl’s Expeditions